COME SCEGLIERE IL FOTOGRAFO DEL TUO MATRIMONIO
  • Massimo Mattucci

SAI SCEGLIERE IL FOTOGRAFO DEL TUO MATRIMONIO?

Guida pratica per ricercare il migliore e… per non pentirti mai



Quante scelte caratterizzano l’organizzazione del matrimonio vero? Momenti belli ma anche difficili, nei quali le scelte da compiere sono tante, non le vuoi sbagliare, sono concentrate su un solo giorno ma avranno impatto per sempre.


E il fotografo? Quanto conta? Come lo scegli? Perché può essere determinante?




Domande da porsi, perché il fotografo del tuo matrimonio è l’unico fattore che incide prima, durante e dopo l’evento, se lo sbagli resterà impresso nelle immagini in modo indelebile, se lo scegli bene altrettanto.

Pensaci bene, te lo dico per esperienza di persona sposata e professionista della fotografia.

Pensaci bene e poi scegli, che sia me o un altro voglio aiutarti nella riflessione.


Seguimi.



1-COSA ASPETTARTI DAL TUO FOTOGRAFO


“L’intenzione è il seme, il frutto è il regalo del destino” (Mogol).


Non esiste rimpianto peggiore della frase “Mi aspettavo di più”. Vale nella vita di tutti di giorni, a maggior ragione in un giorno che vale una vita. Tuttavia, è anche vero che nutrire una aspettativa nasce dal definire chiaramente la propria aspettativa. Non in modo generico, tipo “belle foto”, ma deciso e definitivo. Perché poi nella pratica, in quel giorno vogliamo l’effetto wow. E allora quando inizi a guardare le sue foto, nella vetrina del suo studio, nel suo showroom, consultando le sue pagine social, il suo sito, se dentro di te esclami “Wow”, allora sì, potrebbe avere le carte in regola per essere il fotografo del tuo matrimonio. Allora sì, vale la pena approfondire, guardando anche altre tipologie di sue foto, dedicando alla osservazione il tempo necessario, né troppo, né poco ma Q.B. perché il tempo che investi nella tua intenzione oggi sarà poi il frutto sul lungo periodo.




2-SE LO CONOSCI NON LO EVITI


“Acquisteresti qualcosa da uno sconosciuto?”


Ok, le sue foto ti fanno esclamare “Wow”, sono come le vuoi tu e ora? Beh si potrebbe pensare a una fredda richiesta di disponibilità e preventivo on line, magari hai detto “wow” a più foto di più fotografi, quindi si potrebbe procedere a un invio di richieste seriale. Sì ma se ti piacciono le sue foto e non dovesse piacerti la sua persona? Un fotografo costruisce insieme a te un progetto di immagini di vita e un progetto nasce da una conoscenza, da un termine forse oggi abusato ma non per questo privo di essenza: Empatia. Lasciarsi guidare, fidarsi, affidarsi, è qualcosa che accade con le persone ancor prima che con i professionisti. Hai poco tempo? Ok puoi sempre ottimizzarlo per incontrarlo. Sei distante dalla sua sede? Ok la tecnologia può aiutarti ma guardalo in volto, comunicaci e se sei a tuo agio beh, forse sei ancora più vicino alla scelta giusta per te.




3-TI RISOLVE PROBLEMI?


“Sono Wolf, risolvo problemi”


Quante volte abbiamo sorriso ricordando la celebre affermazione nel film “Pulp Fiction”?

Ok, continuiamo a sorridere ricordando il film ma proviamo a leggerla in chiave più seria per la scelta del fotografo del tuo matrimonio: le sue foto ti fanno esclamare “wow”, la sua persona ti convince, ora bisogna vedere come lavora e qui nasce il dilemma: “ma il suo lavoro intralcia il mio matrimonio o me lo semplificherà?”. Il fotografo del tuo matrimonio è l’unico elemento che ti accompagnerà per il tutto il giorno e, in questo senso, deve essere Mister Wolf, in grado di programmare insieme a te le varie fasi e soprattutto di risolverti problemi rendendosi quasi invisibile. Tu quel giorno non hai bisogno di ansia, di comandi che mal sopporti già normalmente, di presenza assillante, di richieste. A te serve qualcuno estremamente concreto, decisionista, garbato, preparato a eventuali imprevisti, pianificato. Sembra troppo? Beh puoi scoprirlo chiedendogli come lavora e, se percepisci che lui possa essere il Mister Wolf del tuo matrimonio, forse sei a un ottimo punto nella scelta del fotografo giusto per te




4-COME SEGUE IL MIO MATRIMONIO


“La qualità del tempo è importante, per questo se è di qualità ne voglio anche in quantità”


Dicevamo all’inizio di prenderti del tempo per la scelta del tuo fotografo..supponiamo lo farai come auspico per la tua soddisfazione e che il  fotografo sia “wow”, rappresenti una garanzia e sia un Mister Wolf, A questo punto o soprattutto per il tempo che hai dedicato alla selezione, è giusto sia tu a chiedere quanto tempo ti dedicherà e come. Eh già perché uno bravo ma “mordi e fuggi” potrebbe deluderti, mancare nella copertura totale delle tue esigenze, prospettarti qualcosa di accattivante ma incompleto proprio quel giorno, non strutturato per seguire entrambi gli sposi, magari approssimativo nei tempi di lavorazione o post produzione.

Per capirlo, basta chiedere, in modo diretto e preciso ciò che può fare e ciò che non può fare, le tempistiche, le modalità.

Se ti risponde con chiarezza e lo conferma per iscritto nella proposta di accordo, dimostrando di impegnarsi mettendoci la propria faccia, beh ci sei quasi, un ultimo passo e hai trovato il fotografo giusto per te.



5-IL COSTO E’ FONDAMENTALE? SI’ PERO’


“Non è saggio pagare troppo, né troppo poco”


Le sue foto sono da “wow”, la persona è in gamba, il suo modo di lavorare ti trasmette sicurezza, è anche un risolutore di problemi e copre tutte le fasi del mio matrimonio ma….. quanto costa?

Sarebbe facile rispondere alla domanda affermando “ma uno così quanto vale?”, però potrebbe essere un punto di vista di parte e in effetti di parte lo è, se per parte intendiamo ruolo, quindi la parte di chi sa quale sia la differenza tra un professionista e un dilettante.

Allora, per aiutare la tua riflessione, voglio condividere un pensiero di un eche recita: “Quando si paga troppo si perde un po’ di denaro e basta. Ma quando si paga troppo poco si rischia di perdere tutto perché ciò che si è acquistato potrebbe non essere all’altezza delle proprie esigenze. La legge degli equilibri negli scambi non consente di pagare troppo poco e di ricevere molto, è assurdo. Se si tratta con il più basso offerente, sarà prudente aggiungere qualcosa per il rischio che si corre: ma se si fa questo si avrà abbastanza per acquistare qualcosa di meglio. È facile trovare al mondo qualcosa che un uomo possa produrre leggermente peggio e vendere più a buon mercato. Divengono preda legittima di quest’uomo coloro che considerano solo il prezzo”.

Se lo condividi come penso, pagare il giusto significa pagare per il rapporto “costo-beneficio” totale, tenendo sempre presente che, a fronte dell’importanza della scelta di un fotografo per il tuo matrimonio di cui abbiamo già parlato, l’incidenza economica di un servizio sull’investimento totale per un matrimonio è sicuramente tra le più basse, quindi se lui è il fotografo giusto per te puoi investirci, ovviamente in un ordine di ragionevolezza che un buon professionista sa ricercare.



Può essere che ci sia un amico con la passione per la fotografia in grado di realizzare il servizio a costi inferiori?  E’ come se io mi proponessi per seguire da appassionato di legge la causa di un mio amico. Intento apprezzabile, costo irrisorio ma non sono convinto di fargli un gran favore.

Se sei arrivato sin qui non ho raccontato la favola del fotografo perfetto ma abbiamo semplicemente identificato il percorso per la scelta del fotografo ideale per il tuo matrimonio, che non è come quello di un altro, anche se la referenza diretta può essere fondamentale per iniziare la ricerca.

E questo percorso te lo riassumo, per tua praticità:

1-Definisci la tua aspettativa e ricerca il fotografo che la rappresenti istintivamente, nel modo migliore

2-Conoscilo, per capire se l’istinto che ti avvicina alle sue foto, si abbina con la ragione sulla qualità personale

3-Accertati sia un partner e non un avversario nel giorno del tuo matrimonio

4-Chiedi tutto ciò che riguarda tempi e metodi

5-Concorda un prezzo congruo ai 4 punti precedenti, in rapporto ai benefici




A questo punto potrei anche dirti che io, Massimo Mattucci, rispondo a tutti questi requisiti di scelta ed effettivamente anni di professione lo misurano e certificano ma, poiché siamo nell’era dell’autoreferenza, non lo farò…però sappi che sarebbe reciprocamente interessante confrontarci per testare concretamente la valenza dei suggerimenti che ti ho fornito e, in quel caso, se lo ritieni opportuno, contattami pure.











0 visualizzazioni

Massimo Mattucci Fotografo

Via Roma, 473, 64028 Silvi TE, Italy

+39 085 9351652 

+39 347 4800151

 All rights reserved – © copyright 2019 • Massimo Mattucci • Privacy Policy • Cookie Policy